Chi siamo

Il Centro Studi Alpino (CSALP) nasce nel 1991 per iniziativa di due docenti dell'Università della Tuscia, il Prof. Enzo Avanzo, cittadino di Pieve Tesino, e il Prof. Ervedo Giordano, allora preside della facoltà di Agraria, con il fine di offrire agli studenti dei corsi di laurea forestali l'opportunità di prendere diretto contatto con l'ambiente alpino attraverso corsi di esercitazioni pratiche, integrative della didattica frontale svolta a Viterbo.

Nel 1999 il Magnifico Rettore Prof. Giantommaso Scarascia Mugnozza e il Presidente del Comprensorio della Bassa Valsugana e Tesino (oggi Comunità di Valle), Giovanni Battista Lenzi, firmano una convenzione in base alla quale l'Università ha in comodato uso il fabbricato delle antiche Scuole Elementari di Pieve Tesino, completamente ristrutturato grazie a un finanziamento della Provincia Autonoma di Trento, che diviene la sede principale del Centro.

La disponibilità di un edificio attrezzato amplia in modo significativo l'uso del CSALP che 2002 diviene Centro Servizi dell'Ateneo della Tuscia, cioè una risorsa a disposizione di tutti i settori disciplinari in cui si articola la ricerca e la didattica dell'Università.

Nel 2006 il Rettore Prof. Marco Mancini firma una nuova convenzione che integra le strutture a disposizione del Centro con la sede di Cinte Tesino dove sono situati locali destinati a laboratori e una foresteria.

Nell'attuale configurazione, il Centro ospita da diversi anni eventi proposti e organizzati da istituzioni culturali, scientifiche e didattiche nazionali e internazionali su vari temi con particolare riferimento a quelli di maggiore interesse per il contesto alpino.

La realizzazione del Centro è stata possibile anche grazie supporto dell'Amministrazione di Pieve Tesino che nella persona dei diversi sindaci che si sono succeduti alla guida del Comune, Lanfranco Fietta, Licio Gioseffi, Valterio Nervo, Silvino Roman e Livio Gecele, ha visto con favore la presenza dell'Università della Tuscia e recepito con sempre maggiore interesse il contributo, non solo culturale, da essa fornito alla comunità locale.